Select Page

Dal 7 al 14 settembre 2014, lungo le Alte Vie della Valle d’Aosta, si svolge il Tor des Geants®, una straordinaria sfida nel cuore dei 4 giganti delle Alpi. Il pecorso della gara ultratrail misura 330 km per complessivi 24.000 metri di dislivello. Quest’anno sono moltissime le novità e le iniziative che ruotano attorno a questa grande sfida a fil di cielo.

Sono numerosi gli eventi collaterali che contribuiranno ad animare la località di Courmayeur nei giorni salienti della gara. Sabato 6 settembre, vigilia della partenza, atleti e appassionati di trail potranno invece incontrare, al Jardin de l’Ange, alle ore 18.00, i più accreditati tra gli atleti in gara, i favoriti, a Courmayeur per la consegna dei pettorali: un rituale che assume un carattere al tempo stesso di festa e scaramantico. I Top Runner 2014 sono Francesca Canepa, Nerea Martinez, Emanuela Scilla Tonetti, Emilie Lecomte, Megan Hicks, Patrizia Pensa e Denise Zimmermann tra le donne, e Oscar Perez, Franco Collé, Lionel Trivel, Nick Hollon, Christophe Lesaux, Antoine Guillon, Pablo Criado, Jaime Scott, Joe Grant, Giuseppe Grange, Bruno Brunod, Jules Henry Gabioud tra gli uomini.

Sempre il 6 settembre, sono numerosi gli appuntamenti che trasformeranno Courmayeur in un simbolo delle Alpi: un crocevia di incontri ed eventi capaci di fare risaltare al meglio le particolarità della Valle d’Aosta, vero tratto comune tra manifestazioni molto differenti. Il ricco palinsesto comprende “Anci per Expo 2015”, “Lo Matsòn” e la VIII Fête Valdôtaine et Internationale des Patois.

Aspettando la partenza del Tor, il 7 settembre, a partire dalle ore 9.00, la Fête Valdôtaine et Internationale des Patois propone, sempre al Jardin de l’Ange, una gustosa colazione, e più tardi, un aperitivo, accompagnati da animazione in lingua francoprovenzale.

Sabato 13 settembre, al Jardin de l’Ange, alle ore 18.00, il pubblico potrà scoprire il divertente libro scritto a quattro mani da Giovanni Storti, del trio Aldo Giovanni e Giacomo, e da Franz Rossi, giornalista e corridore, dal titolo “Corro perché mia mamma mi picchia”. Il volume si è aggiudicato il Premio Bancarella Sport.