Select Page

La mostra, curata dal critico valdostano Alessandro Parrella, con testi scientifici della storica dell'arte Elisabetta Pozzetti, coordinatrice organizzativa del progetto, comprende una serie di opere in bronzo di Auguste Rodin (clicca qui)  e della sua allieva e amante Camille Claudel. Vi si possono ammirare, tra le altre, opere come Le Baiser, La Danaïde e Cybèle di Auguste Rodin e le splendide ed evocative fusioni in bronzo di Camille Claudel La Suppliante, La Fortune e L’Abandon.

L'allestimento, realizzato dagli architetti Paola Ciaschetti e Sabrina Tonino dello studio Skeni di Pont-Saint-Martin, prevede anche uno spazio dedicato ai disegni e acquerelli del grande artista francese e l'esposizione di diverse fotografie provenienti dal Musée Rodin di Parigi.

Le opere presenti (12 sculture, 6 tra acquerelli e disegni) appartengono alla collezione della Fondation Pierre Gianadda di Martigny e sono state messe a disposizione da Léonard Gianadda, presidente della Fondation e cittadino onorario di Etroubles.  “Mi auguro che le sculture, i disegni e gli acquerelli possano attrarre e avvicinare all’amore per l’arte il pubblico più vasto ed eterogeneo” ha affermato.

Le stesse opere erano state esposte un anno fa a Martigny nella retrospettiva «Claudel et Rodin. La rencontre de deux destins», incentrata sull'intensa e tormentata storia d'amore tra i due scultori e sulla simbiosi che per dieci anni caratterizzò la loro produzione artistica.
La mostra è corredata da un ricco catalogo bilingue francese-italiano, realizzato per la parte grafica dello Studio Seghesio Grivon di Aosta. Sarà visitabile tutti i giorni dal 20 maggio al 31 agosto dalle 10 alle 19, con ingresso a 3 euro dal lunedì al venerdì e 5 euro il sabato e la domenica.

Il progetto espositivo è finanziato nell'ambito del progetto Interreg III A “Itinéraire touristique Art et Culture entre Martigny et Etroubles”, che coinvolge i Comuni di Martigny ed Etroubles in un progetto di collaborazione e promozione artistica e turistica delle due cittadine e del territorio loro circostante, la Vallée de l'Entremont e la Valle del Gran San Bernardo. Alla realizzazione della mostra hanno contribuito anche la Fondazione CRT di Torino, la Comunità Montana Grand Combin e l'Aiat Gran San Bernardo.

La collaborazione tra la Fondation Pierre Gianadda di Martigny e il Comune di Etroubles è nata con l’innovativo percorso artistico “A Etroubles avant toi sont passés…Parcours historique et culturel sur la route du Grand-Saint-Bernard”, primo museo a cielo aperto della Valle d’Aosta, inaugurato nel borgo di Etroubles nel maggio 2005. Ora si consolida per allestire un'esposizione temporanea di livello internazionale e qualificare ancora di più la vocazione culturale e artistica del paese valdostano.

Approfondimento dedicato a Auguste Rodin: clicca qui