Select Page

Dopo tre anni di assenza, grazie al Comune di Charvensod e alla neonata Associazione sportiva Becca di Nona 3142, la suggestiva gara di corsa in montagna Aosta – Becca di Nona ritorna domenica 17 luglio. Nata nel 2002, l’Aosta – Becca di Nona, che avrà, da questa edizione, una cadenza biennale, è stata la gara antesignana delle skyrace, dei trail e dei vertical che l’attualità propone.

Grandi novità per questa prima riedizione, la gara si svolgerà infatti in sola salita e con due percorsi:

  • Aosta – Becca di Nona di circa 13 chilometri con 2500 metri di dislivello positivo;
  • Aosta – Comboé di circa 9 km con 1500 metri di dislivello positivo.

 «La gara partirà sempre dalla suggestiva cornice di piazza Emile Chanoux di Aosta per attraversare tutto il territorio di Charvensod; i concorrenti potranno scoprire le bellezze naturali del nostro Comune e apprezzare la varietà di paesaggi che lo compongono; dalla piana di Pont-Suaz ai pascoli del Capoluogo e delle frazioni alte, per raggiungere le cascate di Ponteille, il vallone di Comboé e la cima della nostra Becca, da cui si potrà godere un panorama mozzafiato eimpagabile sulla piana centrale della Valle d’Aosta”, afferma il sindaco di Charvensod Ronny Borbey.

La Becca di Nona di 3142 metri si erge a fianco del Monte Emilius. Domina l’intera valle d’Aosta e nel 1867 era stata celebrata dal canonico Georges Carrel, alpinista, per la vista panoramica che offre, con lo scritto “Le Alpi Pennine in un giorno, cioè il panorama settentrionale dalla Becca di Nona”. Nel 1877 poco sotto la vetta vi era stato addirittura costruito un rifugio, il “Pavillon Budden”, per permettere agli escursionisti di pernottare e godere del panorama all’alba quando il cielo era più terso. Il canonico Geoges carrel vi aveva tracciato un sentiero mulattiera lungo la cresta Sud – Ovest per agevolare la salita alla vetta. L’origine del nome è un po’ macchinosa e deriva dalla posizione del sole che raggiunge la verticale della vetta alle ore 11. In tale ora un tempo i canonici della Cattedrale di Aosta iniziavano la lettura del breviario di mezzogiorno, anticipato come il suono dell’Angelus alle undici, a ricordo della cacciata dell’eretico Calvino. Tale lettura si concludeva all’ora nona latina (le tre pomeridiane) da cui il nome alla montagna.

Il centro logistico e organizzativo della manifestazione sarà l’area sportiva di Plan-Félinaz di Charvensod, che sarà operativa già da sabato 16 luglio per ospitare il briefing pre-gara e, in concomitanza, la Festa dello sport, durante la quale saranno premiate le associazioni sportive che gravitano sul territorio di Charvensod. Salomon sarà lo sponsor tecnico della competizione.

Le iscrizioni sono aperte dal 1 aprile e, per il primo mese (fino al 30 aprile), vi è l’opportunità di un prezzo speciale di soli 15 euro, comprensivo di pranzo post gara e t-shirt tecnica dell’evento; per informazioni è attivo il sito internet www.beccadinona.it Per contattare l’organizzazione info@beccadinona.it