Select Page

Venerdì 26 marzo alle ore 20:30 non si può mancare all'appuntamento con il primo squillo di trombe del 93° Giro d'Italia. Nella sala congressi del centro direzionale di Aprica, a fianco dell'arco ligneo gettato sulla carreggiata a breve distanza dal tradizionale arrivo di tappa aprichese, sarà infatti presentata una ghiotta anticipazione della corsa rosa 2010.

Protagonisti il direttore generale del Giro Angelo Zomegnan e l'ex ciclista professionista Stefano Allocchio, moderati dal giornalista della Gazzetta Claudio Gregori, è in programma la serata a tema VALTELLINA IN GIRO. Con essa si vogliono introdurre, a sessanta giorni dall'evento, i due tapponi più importanti della competizione: la Brescia-Aprica (195 km per 3600 metri di dislivello in salita) di venerdì 28 maggio e la Bormio-Tonale (178 km per 4000 metri di dislivello) del giorno dopo.
Sarà una presentazione della corsa rosa nel suo complesso, ma con particolare riguardo alle "nostre" due decisive e praticamente conclusive tappe, anche se la domenica ci sarà l'interessante epilogo a cronometro Verona-Verona di 15,3 km.

Tra le altre cose, ci sarà anche la proiezione di un filmato originale riguardante la memorabile tappa Chiesa-Aprica-Pontedilegno-Gavia-Bormio del 5 giugno 1988 (con la fitta nevicata sul Gavia), vinta dall'olandese Erik Breukink, ma che incoronò re del Giro l'americano Andy Hampsten.

Mercoledì 24 marzo, intanto, proprio il giorno in cui è stata annunciata la prima lista delle 22 squadre e dei campioni partecipanti al prossimo Giro d'Italia, si è tenuta la terza riunione del Comitato Tappa di Aprica, questa volta allargata anche ad alcuni rappresentanti dei Comuni di Córteno Golgi (ci sarà infatti l'inedita salita Édolo-Córteno attraverso Via Valeriana, mentre nei pressi del Municipio della località camuna è previsto un traguardo volante) e di Mazzo Valtellina, sul cui territorio insiste l'intera salita del Mortirolo.