Select Page

Medicina di montagna

DiscoveryAlps medicina di montagna vi propone molte utili informazioni, a cura della dottoressa Oriana Pecchio, per vivere meglio la montagna. Come affrontare la quota, il freddo intenso, il sole e il vento; come vestirsi, cosa mangiare


Bambini e montagna

Bambini e montagna

Spesso ci si sente chiedere se si possono portare i bambini anche molto piccoli a quote medio alte (intorno ai 2500 – 3000 metri) per brevi escursioni

Telemedicina nel Verbano Cusio Ossola

Telemedicina nel Verbano Cusio Ossola

L’assistenza medica in montagna è più difficile e costosa. La dispersione della popolazione su un territorio vasto e  talvolta difficile da raggiungere comporta delle evidenti difficoltà. La Provincia di Verbania può adesso disporre di un innovativo servizio di telemedicina

Il congelamento in montagna

Il congelamento in montagna

Il Prof. G.F.Picchi parla di ipotermia e quota nell'ambito di un convegno organizzato dalla sezione Cai A.Locatelli Bergamo, con il patrocinio della Società Italiana di Medicina di Montagna, della Commissione Centrale Medica del Cai e della VI Delegazione Orobica del Cnas.

L’indice ultravioletto nella regione Valle d’Aosta

L’indice ultravioletto nella regione Valle d’Aosta

Sole è oggi sinonimo di salute e vita sana, ma  i raggi ultravioletti non sempre sono benefici: l’esposizione eccessiva può causare danni alla pelle e agli occhi. Da circa tre anni l’Arpa della Valle d’Aosta indica, in tempo reale, l’intensità della radiazione ultravioletta

Ad Aosta un ambulatorio dedicato alla medicina di montagna

Ad Aosta un ambulatorio dedicato alla medicina di montagna

Il progetto, presentato al pubblico il 25 ottobre, è sostenuto dall’USL Aosta, dall’Assessorato alla Sanità della Regione autonoma Valle d’Aosta, dalla Fondazione “Montagna Sicura” e dall’ENSA di Chamonix. L’obiettivo è di dare indicazioni a tutti coloro che vorranno recarsi a quote alte e medio alte.

Conferenza su Alpinismo e medicina

Conferenza su Alpinismo e medicina

Un incontro sui temi dell'alpinismo e della medicina, che vuole essere non solo un dibattito tra addetti ai lavori, ma un’occasione per un pubblico più ampio di appassionati di incontrarsi, discutere ed imparare.

Bastoncini per escursionismo: buone ragioni per estenderne l’uso.

Bastoncini per escursionismo: buone ragioni per estenderne l’uso.

L’escursionismo si pratica di solito portandosi sulle spalle un sacco, il cui peso è estremamente variabile: dai 5 Kg per la gita di un giorno ai 20 o più dell’occorrente per un trekking di più giorni. È noto che maggiore è il peso sulle spalle, tanto più grande è il carico sulle articolazioni degli arti inferiori, ulteriormente aumentato dal camminare in discesa.

Medicina di montagna: vecchi farmaci, nuove indicazioni, ma la cautela è d’obbligo

Medicina di montagna: vecchi farmaci, nuove indicazioni, ma la cautela è d’obbligo

Pubblicati recentemente sul giornale del Club Alpino Svizzero, i risultati di uno studio condotto nel 2004 alla Capanna Regina Margherita da un gruppo di ricercatori guidato da Marco Maggiorini, professore di medicina interna a Zurigo. In tale studio il desametasone, un farmaco di tipo steroideo viene riconosciuto come efficace anche nella terapia dell’edema polmonare

I medici di montagna si ritrovano ad Arabba

I medici di montagna si ritrovano ad Arabba

La località in provincia di Belluno, a ridosso del Passo Pordoi, è nota perché vi si svolge ogni anno la parte pratica del corso di perfezionamento in medicina di montagna dell’Università di Padova. Il prossimo 30 giugno, al termine delle lezioni, a partire dalle 14, ospiterà  il convegno annuale della Società Italiana di Medicina di Montagna.

Iscrizione in loco
Partecipazione gratuita
Programma dettagliato sul sito www.medicinadimontagna.it

Come respirare in alta montagna

Come respirare in alta montagna

In alta montagna, respirare di più o respirare meglio? La risposta a questa domanda potrebbe essere una delle chiavi per capire non solo  l’acclimatazione in alta montagna, ma anche l’adattamento, quello che interessa le popolazioni residenti a quote elevate, quali Tibetani e Andini.

Ipotermia e valanghe

Ipotermia e valanghe

La Commissione Medica con il patrocinio della Commissione Centrale Medica del CAI, della Società Italiana di Medicina di Montagna e delCNSAS Lombardo, presenta "Ipotermia e valanghe" conferenza di Bruno Durrer. Bruno Durrer: guida alpina e medico...
Cervello e alta quota: quali danni?

Cervello e alta quota: quali danni?

Che l’alta quota non faccia bene al cervello è risaputo, ma poco si sa sull’entità dei danni e sulla loro dimostrazione radiologica. Alcuni ricercatori dell’Università di Zaragoza*, hanno dimostrato con la risonanza magnetica nucleare, i danni cerebrali che residuano dopo scalate in alta quota