Select Page

Chiuso il rifugio Gonella a 3071 metri di quota, lungo la via normale al Monte Bianco dal versante italiano, per lavori di consolidamento e ristrutturazione. Il Comune di Courmayeur ha di conseguenza emesso un’ordinanza con il divieto di percorrere i sentieri circostanti, per motivi di sicurezza, per tutta la durata dei lavori, rendendo impossibile l’ascensione al Monte Bianco da questa via. Rimangono praticabili le vie normali dal versante francese, a partenza dal rifugio del Gouter e da quello dei Cosmiques.



L’intervento al rifugio Gonella era improrogabile, per dei veri e propri cedimenti strutturali. Come spiega il gestore Fabrizio Bertinetti: “Si prevede la completa demolizione dell’edificio del 1962, il consolidamento della base su cui poggiava, la messa in sicurezza della zona circostante e la costruzione di una nuova struttura”. La riapertura del rifugio, che dovrebbe mantenere la capienza di 36 posti, è prevista per la stagione alpinistica 2008.

I lavori al rifugio Gonella sono iniziati grazie alle modifiche appena approvate alla legge regionale n. 4 del 20 aprile 2004, sugli interventi per lo sviluppo alpinistico e escursionistico e disciplina di gestore di rifugio alpino. Le modifiche riguardano la possibilità di incrementare la percentuale di contributo, sino al 95 %, per finanziare interventi di consolidamento di quei rifugi alpini che presentano cedimenti strutturali secondari a modifiche negli assetti idrogeologici delle zone in cui sono ubicati. In questi ultimi anni il riscaldamento globale ha infatti provocato profonde variazioni del terreno (frane, lento movimento di masse rocciose, allargamento di crepe e fessure) in aree dove ci sono rifugi strategicamente rilevanti dal punto di vista alpinistico, compromettendone l’assetto statico e generando situazioni oggettive di pericolo. Al momento sono tre i rifugi che rientrano in questa categoria: il già citato Gonella, la capanna Gnifetti, e il rifugio Guide di Ayas a Lambronecca. Le risorse impegnate ammontano a 400.000 euro all’anno per il prossimo triennio.



Proseguono intanto i lavori di ristrutturazione del rifugio Città di Mantova della Società delle Guide di Gressoney.

E’ prevista la costruzione di nuova sala da pranzo e cucina, e locali servizi nell’interrato. I lavori non disturbano la normale attività estiva e primaverile del rifugio, ma il locale invernale sarà inagibile fino al completamento dei lavori, previsto per il 2008. Fino a tale data gli alpinisti potranno utilizzare quello del vicino rifugio Gnifetti.