Select Page

Una superlativa Federica Brignone ha vinto stamani, martedì 17 dicembre 2019, lo slalom gigante di Courchevel (FRA). Attaccando a tutta in entrambe le manche, la sciatrice valdostana ha strappato il primo successo stagionale, dopo due secondi posti a pochi centesimi dal gradino più alto del podio. Ora è lei la leader della classifica di specialità e seconda nel ranking generale della Coppa del mondo, alle spalle di Shiffrin.

Nella gara odierna, a completare il podio hanno pensato Mina Fuerst Hotlmann – classse 1995 – , al primo risultato che conta in carriera. Terza piazza per l’elvetica Wendy Holdener. Solo 17.ma Mikaela Shiffrin.

I piazzamenti delle altre azzurre in gara: 7.a Marta Bassino, 16.a Sofia Goggia,  28.a Irene Curtoni.

Le dichiarazioni delle italiane nel dopo gara (fonte ufficio stampa fisi)

Brignone: “Sono partita attaccando su tutte le porte perché era l’unico modo per fare un po’ la differenza. Eravamo tutte molto vicine e se volevo provare a batterle dovevo partire col fuoco e arrivare col fuoco. Nella seconda manche la pista era un po’ più rovinata, ma la mia sciata è abbastanza rotonda e mi permette di arrivare nelle buche riuscendo a spingere. Credo di aver attaccato ancora più nella seconda che nella prima e alla fine è arrivata la vittoria. Qui a Courchevel non ero mai riuscita ad ottenere un buon risultato, ci tenevo davvero a fare bene davanti al mio fan club che viene sempre qui a trovarmi. Con la neve un po’ facile che c’era ha fatto la differenza l’atteggiamento in gara. Sto sciando bene e, quando è così, il risultato prima o poi arriva. So dove sono quest’anno. Ho lavorato con una motivazione ancora maggiore rispetto al passato, mi sento bene e non ho avuto intoppi nell’allenamento estivo potendomi preparare al meglio in tutte le condizioni. Io voglio tenere questo pettorale di leader fino in fondo e quindi non dovrò mai cedere di un passo”.

Bassino: “Nel complesso una buona gara. Ho perso qualche posizione nella seconda manche e non sono riuscita a spingere come nella prima manche. Eravamo tutte vicinissime e basta solo un minimo errore per finire dietro. Riparto da qui e ora riproverò ad andare avanti”.

Goggia: “Non prendo mai scuse ma va detto che nella prima manche ho preso vento su tutta la pista e questo mi ha un po’ disorientato. Nella seconda sapevo di partire sul liscio, la pista mi piaceva molto. Sono stata molto contenta di come ho sciato sul muro e nella parte finale: questa è la via per tornare forte nel gigante”.

COPPA DEL MONDO SCI ALPINO 2019-2020