Select Page

Mancano pochi giorni all’inizio ufficiale della stagione estiva di Cortina: da fine maggio gli impianti di risalita ampezzani iniziano a riaprire, per dare la possibilità a turisti e appassionati della montagna di trascorrere la bella stagione in alta quota. Godendo di panorami mozzafiato e di una variegata proposta turistica che si arricchisce nei mesi più caldi di attività sportive outdoor – come il trail running, la mountain bike, l’arrampicata e il trekking – eventi culturali, feste e iniziative enogastronomiche.

Il primo a partire è l’impianto dell’area Lagazuoi – 5 Torri – Giau, il 23 maggio, con la Funivia Lagazuoi. Il 6 giugno riapre la Seggiovia 5 Torri, mentre la Seggiovia Passo Giau torna operativa a partire dal 4 luglio. Questi impianti servono una delle aree più suggestive delle Dolomiti, situata oltre 2.000 metri di quota, attraversata dalla famosa Alta Via delle Dolomiti e conosciuta anche dagli appassionati di arrampicata per le 5 Torri: palestra di roccia con ben 108 vie tracciate. Da non perdere il Museo all’Aperto della Grande Guerra, con passeggiate in montagna tra trincee, forti e postazioni militari restaurati e visitabili. Molti sono i percorsi della zona per il trekking e il trail running, per ammirare paesaggi lunari e le magiche Dolomiti Patrimonio UNESCO che all’alba e al tramonto si tingono del caratteristico rosa dell’enrosadira. È d’obbligo una sosta nei vari rifugi dell’area – rifugio Lagazuoi, Scoiattoli, Averau e il Ristorante Da Aurelio – per assaporare i piatti tipici della valle e riposarsi sulle terrazze ammirando il panorama.

Il 12 giugno è la volta del Faloria e della zona del Cristallo: Rio Gere – Son Forca – Staunies; mentre Mietres riprende l’attività il 25 luglio. L’area Faloria – Cristallo – Mietres è una delle più estese della valle ampezzana. Con i suoi impianti di risalita è facile raggiungere le partenze dei sentieri di montagna per delle indimenticabili escursioni alla scoperta delle Dolomiti. Tra le proposte dell’area da non perdere la spettacolare – ma difficile – via ferrata Sci Club 18, e l’escursione al lago del Sorapis, famoso per il color azzurro cristallino. La zona di Mietres è inoltre caratterizzata da ampi prati e boschi con percorsi segnalati per la MTB, ideali per provare il brivido del freeride su discese non troppo impegnative.

A fine giugno, il 27, aprono infine gli impianti della Tofana: Seggiovia Piè Tofana – Duca d’Aosta, Seggiovia Duca d’Aosta – Pomedes, Funivia Cortina – Col Drusciè – Ra Valles – Cima Tofana. In quest’area si possono effettuare escursioni di tutti i gradi di difficoltà, dalle famose vie ferrate Punta Anna(che porta sulla cima della Tofana di Mezzo) e Lipella (che raggiunge la cima della Tofana di Rozes), ai percorsi per il trekking adatti a tutti, immersi nel Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo. E per gli appassionati di arrampicata, un ventaglio di fantastiche pareti, testimoni della storia dell’alpinismo delle Dolomiti. Non mancano, inoltre, percorsi mountain bike e il bike park per gli amanti del downhill, che in 500 metri di dislivello e 3 percorsi di diversa lunghezza e difficoltà concentra trampolini per salti e passaggi tecnici nel bosco.