Select Page

Domenica 9 ottobre, il paese di Storo in Valle del Chiese (TN), ospita il secondo Festival della Polenta. La manifestazione vedrà il confronto pubblico tra quattro differenti specialità gastronomiche locali per la conquista del titolo di Polenta Regina della valle del Chiese 2016.

La sfida coinvolgerà gli esperti polenter di nove paesi della valle e della valle di Ledro nella preparazione di una tra le quattro polente tradizionali in lizza: Macafana (Burro, Spressa e Cicoria selvatica), Carbonera (cucinata tradizionalmente con Salame e Burro), di patate (con Cipolla e Formaggio) e Cucia (Burro e Formaggio di monte fuso). Manca la nuovissima Polenta delle Strie che verrà proposta il prossimo dicembre durante il Mercatino di Natale a Cimego.

Nella prima edizione fu la polenta Macafana di Cimego a trionfare nel giudizio della giuria composta da personaggi e giornalisti enogastronomi, con presidente Edoardo Raspelli. Sul podio salirono poi Brione (Carbonera) e a Praso (Patate). Il voto della giuria popolare premiò la polenta cucinata dai Polenter di Storo (Carbonera) con uno scarto di pochi voti su Cimego (Macafana) e Condino (Carbonera).

Domenica 9 ottobre saranno nove la polente in lizza per il titolo 2016 in rappresentanza dei Polenter di Storo (Carbonera), Praso (Patate), Condino (Carbonera), Strada (Patate), Brione (Carbonera), Bondo (Concia), Cimego (Macafana) e Roncone (Carbonera). Vi è poi la novità dei Polenter della Valle di Ledro che parteciperanno alla sfida proponendo la loro classica polenta di Patate. Per questo motivo gli organizzatori della Pro Loco di Storo M2 hanno deciso di istituire un apposito riconoscimento riservato alla migliore tra le tre polente di patate in gara.

La sfida tra le polente non è in assoluto una novità né in campo nazionale né internazionale, ma certamente rappresenta una occasione unica per mettere in vetrina una valle dove sono ben cinque – oltre a quella tradizionale gialla – le polente che fanno parte del patrimonio alimentare tanto da dare vita a una produzione di farina gialla di altissima qualità. E proprio l’abbinamento tra l’eccellenza produttiva e i “giacimenti gastronomici locali” ha portato VisitChiese a puntare negli anni sulla promozione specifica di questi prodotti. Ed è stata la Pro Loco di Storo M2 a raccogliere la sfida organizzativa affiancata dall’amministrazione Comunale, da Agri90 e dal Consorzio Turistico valle del Chiese. Da segnalare che VisitChiese ha predisposto un pacchetto di vacanza ad hoc con soggiorno nelle varie strutture della valle con prezzi interessanti. Info: www.visitchiese.it

Varie le iniziative collaterali che si stanno mettendo a punto anche per la giornata di sabato 8 ottobre e capaci di animare quella che ormai da venticinque anni è considerata la capitale d’Italia della farina gialla. Insomma una due giorni che proporrà un confronto a tutto campo sulla ruralità tra tradizione e innovazione “Giacimenti golosi classici della Valle del Chiese proposti in un confronto da leccarsi i baffi – commentano Nicola Zontini e Matteo Bonomini, della Pro Loco di Storo M2 – con grande protagonista il pubblico, sicuramente interessato a gustare gusto e sapori di queste prelibatezze dorate, in un insolito confronto in tempo reale”.

Per la degustazione delle nove polente in gara è prevista la vendita di una tesserina del costo di 13 euro (un euro sarà devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto) che dà diritto anche alle bevande e alla possibilità di votare la polenta migliore. Prevista anche la vendita di prodotti a KmZero e momenti di aggregazione per i più piccoli, con laboratori e animazioni. E tra le manifestazioni di contorno anche il secondo Concorso degli spaventapasseri  riservato ai cittadini e alle associazioni della Valle Giudicarie e della Valle di Ledro.

Iscrizioni entro il 2 ottobre:
Tel.
+39 3477696238
E-mail