Select Page

La Valle d’Aosta celebra i sessant’anni della conquista italiana del K2 con la “Giornata della montagna”. L’evento si svolgerà sabato 21 e domenica 22 giugno. Il pomeriggio del sabato prevede un convegno dedicato all’alpinista e guida alpina Mario Puchoz scomparso proprio sessant’anni fa, il 21 giugno 1954, al campo 2 del K2, mentre la domenica il programma ricalca la tradizionale giornata dei rifugi in festa. L’iniziativa è promossa da: Consiglio regionale della Valle d’Aosta, Assessorato regionale del turismo, commercio, sport e trasporti, comune di Courmayeur, Club Alpino Italiano (Cai) Valle d’Aosta, Unione Valdostana Guide di Alta Montagna (Uvgam), Società Guide Alpine di Courmayeur, Associazione valdostana maestri di mountain bike, Associazione guide escursionistiche naturalistiche della Valle d’Aosta, Associazione gestori rifugi Valle d’Aosta e la Fondazione Montagna Sicura.

Sabato 21 giugno si inizierà in Piazza Brocherel a Courmayeur con gli stand delle associazioni promotrici che presenteranno al pubblico le loro offerte turistiche. Alle 17,30 al Jardin de l’Ange di Courmayeur il presidente della Società delle guide alpine di Courmayeur introdurrà un convegno dedicato alla figura di Mario Puchoz e alla spedizione italiana al K2. Porteranno i loro saluti Fabrizio Roscio, segretario del Consiglio regionale, il sindaco di Courmayeur Fabrizia Derriard, il presidente dell’Uvgam Guido Azzalea e il vice presidente generale del Cai Vincenzo Torti. Seguirà un intervento di Roberto Mantovani, storico dell’alpinismo e giornalista, sulle figure di Mario Puchoz, Sergio Viotto e Ubaldo Rey, le tre guide alpine di Courmayeur che parteciparono alla spedizione italiana del 1954, oltre ad Achille Compagnoni che era guida del Cervino, residente a Valtournenche pur essendo originario di Santa Caterina di Valfurva. Per l’occasione saranno proiettati filmati storici della Rai. Il pomeriggio proseguirà con un intervento di Paolo Gheda, direttore scientifico del Museo Duca degli Abruzzi di Courmayeur sulla storia e le prospettive di sviluppo del museo. Per l’occasione l’ingresso al Museo Alpino Duca degli Abruzzi sarà gratuito. A conclusione del convegno ci sarà un intervento telefonico di Marco Camandona,  guida alpina che ha da poco scalato il suo sesto Ottomila e che ha cominciato proprio con il K2.

Domenica 22 giugno la giornata della montagna coincide con la tradizionale festa per l’apertura dei rifugi: nelle strutture alpine aderenti all’iniziativa, escursionisti, bikers e alpinisti potranno usufruire dell’assistenza gratuita dei professionisti della montagna, guide alpine, guide escursionistiche naturalistiche e maestri di mountain bike che proporranno itinerari diversi a seconda delle presenze.