Select Page

Il 30 e 31 gennaio 2010 i migliori atleti d'arrampicata su ghiaccio torneranno a Corvara, in Val Passiria, per l’Ice Fight, l’emozionante sfida a colpi di “piccozza e ramponi”.

La torre di ghiaccio artificiale che ospiterà la mani-festazione sportiva sarà alta ben 25 metri ed è considerata il miglior impianto di arrampicata su ghiaccio artificiale in Europa. Si appoggia su un cilindro di 18 metri e su questa struttura potranno esibirsi 18 arrampicatori contemporaneamente.

banner_600x600_passo_resia_winter_2023

Per l’Ice Fight saranno presenti conosciute stelle della specialità, come i campioni del mondo in carica Markus Bendler (Austria) e Angelika Rainer (Merano/Italia), l'ex pluri-campione del mondo Evgeny Kryvosheytsev (U-craina), lo svizzero Urs Odermatt, Herbert Klammer (Italia), Rob Cordery Cotter (USA) e Lucie Hrozova (Repubblica Ceca).

La gara sarà suddivisa in due momenti. La prima fase consisterà in una competizione di difficoltà, in cui gli arrampicatori dovranno cimentarsi in diversi percorsi ricchi di insidie e molto difficili.
Nella seconda gara, quella di speed, gli alpinisti dovranno scalare la torre alta 25 metri, nel tempo più breve possibile.

L’arrampicata su ghiaccio sta ottenendo un rapido successo e un importante consenso tanto da garantire, ormai da qualche anno, l’organizzazione di un circuito di gare di Coppa del Mondo.
La struttura di Corvara, inoltre, resterà a disposizione di chiunque abbia voglia di cimentarsi in questo faticoso ma emozionante sport e il biglietto d’ingresso costerà 6 euro.

banner_600x600_passo_resia_winter_2023

Per chi volesse, ci sarà anche la possibilità di noleggiare l'attrezzatura, ovvero, la piccozza da ghiaccio, i ramponi, l’imbragatura e il casco.

Merano e i suoi dintorni
Guardando dall’alto, Merano e i suoi dintorni hanno l’aspetto di una stella, nel cui centro risiede la città di Merano e i cui raggi sono rappresentati dalla Val Venosta, dalla Val Passiria e dalla Val d’Adige. Lungo queste valli si sviluppano meravigliosi borghi e comuni che negli anni hanno fatto del turismo la propria risorsa naturale, approfittando delle particolarità della zona: qui, infatti, la vita di città incontra quella rurale di paese, la flora mediterranea si riunisce con quella alpina e gli stili architettonici si mischiano – un cocktail di contrasti che arricchisce l’offerta turistica dodici mesi l’anno. Oltre 6000 posti letto dispo-nibili su tutta l’area completano il panorama di questa regione, in grado di soddisfare ogni interesse, garantendo servizi e strutture varie e differenti ma il cui comune denominatore è l’alta qualità e la cura dei particolari in ogni proposta.

 

banner_600x600_passo_resia_winter_2023
Share This