Select Page

Il formaggio Bitto è un prodotto che affonda le sue radici nei secoli addietro, quando popolazioni Celte, per sfuggire ai romani, si rifugiarono dalla pianura Padana nelle vallate alpine. Qui cominciarono a dedicarsi alla pastorizia e per conservare il latte lo trasformarono in formaggio. La parola Bitto “Bitu” significa per l’appunto perenne, a indicare la lunga durata di questo prodotto caseario, capace di spingersi sino a 10 anni di invecchiamento.

Questa tradizionale produzione è arrivata inalterata sino ai giorni nostri, tramandata attraverso le generazioni; la fine lavorazione dei maestri casari, la particolarità dell’erba dei pascoli e l’aggiunta di una parte di latte di capra (tra il 10% e il 20%), consentono di ottenere un prodotto di elevata qualità dal sapore unico.

Il Bitto è un formaggio d’alpe grasso a pasta semicotta, di media durezza e media stagionatura, riconosciuto anche dall’Unione Europea con il marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta).

Dove viene prodotto? Il Bitto DOP proviene dal comprensorio alpino delle Valli del Bitto di Albaredo e Gerola, nel cuore del Parco delle Orobie Valtellinesi.