Select Page

Dopo sei anni un russo vince la Marathon Bike della Brianza, dopo Andrei Mukhin quest’anno è stato Alexey Medvedev a gelare di avversari.  Prima vittoria nella marathon di Casatenovo anche per Elena Gaddoni.
 
Gli occhi erano tutti puntati verso il cielo, il pericolo di pioggia si era allontanato, ma qualche apprensione era rimasta e poteva rovinare un’attesa 21ª edizione della Marathon Bike della Brianza, che ha invece iniziato alla grande il terzo decennio dell’amata manifestazione di Casatenovo.  

Più di 1.500 partecipanti hanno affollato le griglie di partenza per dare vita ad una gara velocissima, nonostante il terreno inzuppato dalle pioggie degli ultimi giorni presentasse ancora il conto ai bikers. 

Allo start dato da un campione del passato, Fiorenzo Magni, quelli di oggi hanno iniziato a fare sul serio, sul veloce tratto d’asfalto che saliva verso l’abitato di Casatenovo tutti dietro Tony Longo, ma quando il gruppo ha affrontato la prima ascesa di giornata, la salita del Cancello, ritornata nella Marathon Bike della Brianza dopo 15 anni, i più forti hanno scoperto le carte.  In località Cappelletta di Crippa la selezione fatta sulla salita da Alexey Medvedev aveva il suo effetto, insieme al russo il colombiano Chia Yesid Amaya Jaime, Tony Longo e Johnny Cattaneo formavano un poker d’assi che al termine dalla salita del Calzolaio annunciava quello che sarebbe stato  il futuro podio.
 
A metà salita del San Genesio, usciva di scena Johnny Cattaneo, un problema meccanico lo escludeva dalla corsa togliendogli ogni possibilità per il tris.  Dopo Giovenzana arrivava l’atteso strappo di Medvedev che scollinava per primo al GPM e guadagnava ulteriore terreno nell’impegnativa discesa verso Campsirago.  Dopo Monte il russo della Elettroveneta-Corratec, chiudeva praticamente la corsa andando a vincere in 2 ore 44’ 49”, con 2’ 10” sul trentino della TX-Active Bianchi, Tony Longo.  Il colombiano Chia Yesid, completava il podio, contenendo il recupero del Campione Italiano Marathon, Juri Ragnoli (Scott Racing Team), autore di un finale in crescendo.

Senza sorprese, almeno per la vittoria, la gara femminile, la favorita Elena Gaddoni (FRM Factory Racing Team) ha fatto gara solitaria sin dai primi chilometri, il suo distacco di oltre 8’ sulla seconda racconta da solo tutta la gara.  Colpo di scena per la seconda posizione finita a Sandra Klomp (KTM-Stihl Torrevilla MTB), la biker di origini olandesi che vive da molti anni in Liguria, ha soffiato negli ultimi quattro chilometri alla russa Vera Andreeva il secondo gradino del podio dopo essere stata al suo inseguimento per tutta gara. Per il quarto anno consecutivo Sandra Klomp non ha mancato il podio della Marathon Bike della Brianza.

Ordine d’arrivo Marathon Bike della Brianza 2012 Maschile:
1. Medvedev Alexey (Elettroveneta-Corratec) in 2 ore 44’ 49”
2. Longo Tony  (TX-Active Bianchi) a 2’ 10”
3. Chia Amaya Jaime Yesid (KTM-Stihl Torrevilla MTB) a 3’ 31”
4. Ragnoli Juri (Scott Racing Team) a 3’ 38”
5. Celestino Mirko (Avion-Axevo MTB Pro Team) a 3’ 54”
6. Paez Leonardo (TX-Active Bianchi) a 4’ 58”
7. Gutierrez Ivan Alvarez (Elettroveneta-Corratec) a 6’ 09”
8. Bettelli Pierluigi (Scott Racing Team) a 6’ 33”
9. Schweiggl Johannes (Team Silmax Cannondale) a 6’ 34”
10. Ronchi Luca (Avion-Axevo MTB Pro Team ) a 10’ 00”
 
Ordine d’arrivo Marathon Bike della Brianza 2012 Femminile:
1. Gaddoni Elena (FRM Factory Racing Team) in 3 ore 30’ 41”
2. Klomp Sandra (KTM-Stihl Torrevilla MTB) a 8’ 34”
3. Andreeva Vera (Team Protek) a 10’ 46”
4. Mazzucotelli Simona (GS Massì Supermercati-Brivio) a 13’ 55”
5. Mandelli Chiara (Valcavallina Superbike Lovato Electric) a 13’ 59”