Select Page

Quando si tratta di stare con i suoi tifosi, Max Blardone non si tira mai indietro. Lo ha fatto lo scorso fine settimana con due impegni in Ossola, sua terra natale. Domenica sulle nevi del Monte Moro, in compagnia del dottor Claudio Marenzi che con Herno è uno dei suoi sponsor, ai piedi della parete est del Monte Rosa ha sciato con i bambini dello Sci Club Macugnaga e ai numerosi tifosi presenti. Nel pomeriggio ha ricevuto dalle mani del Sindaco di Macugnaga Stefano Corsi la cittadinanza onoraria della “Perla del Rosa”.

"Sono molto contento, è stato emozionante", così Massimiliano Blardone ha commentato il riconoscimento di cittadino onorario consegnato dall'amministrazione comunale di Macugnaga. "E' stata una bella festa proprio su queste nevi dove, oltre 30 anni fa, ho iniziato la mia carriera di sciatore. Mi fa molto piacere, perché si tratta di un riconoscimento del territorio di Macugnaga, terra che mi ha portato fortuna". Alla cerimonia erano presenti Valerio Cattaneo, Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, Massimo Nobili, Presidente Provincia del VCO, Guidina Dal Sasso, Assessore al Turismo e Sport del VCO oltre alle autorità Militari e civili del territorio.

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

La sera prima si era intrattenuto nel tradizionale ultimo appuntamento stagionale con i tifosi a Villadossola per la cena di chiusura della stagione. Alla cena oltre ai tanti fan erano presenti anche Piero Gross, Paolo De Chiesa e Carlo Gobbo che, insieme a Max hanno commentato l'ultima stagione di Coppa del Mondo. "Non è stata una grande avventura, ho avuto tanti problemi legati ai materiali ed alle nuove misure imposte dalla FIS. Comunque non mi arrendo e penso alle Olimpiadi di Sochi dell'anno prossimo." È stata la dichiarazione di Max.

Foto: fotografo Walter Moron

Share This