Select Page

“Explore the Legend!”. Sarà questo il motto che accompagnerà la 20ª edizione della Südtirol Dolomiti Superbike, classica della mountain bike internazionale in programma nella giornata di sabato 12 luglio. La maratona di mountain bike in Alta Pusteria, nel 2008, ospitò i Campionati del Mondo e attualmente, a livello europeo, è uno degli eventi ciclistici che conta il maggior numero d’iscritti.

La “Dolomiti” che quest’anno verrà corsa in senso antiorario potrà contare ancora una volta sulla presenza di svariati grandi nomi. Al via dell’ormai famosa maratona di mountain bike, con partenza e arrivo a Villabassa, ci saranno attorno ai 4500 atleti ed atlete provenienti da 40 nazioni.
La partenza della Dolomiti Superbike edizione 2013

La prima edizione risale al 1995 e da subito è diventata un must, un „dovere“ per i biker appassionati delle lunghe distanze sulle Dolomiti. Se nel 1995 i “pionieri” al via sono stati 650, quattro anni dopo si sono triplicati, raggiungendo il numero di 2000. Successivamente è stato necessario fissare la quota a 4.500 concorrenti.

La gara coinvolge i cinque comuni dell’Alta Pusteria: Villabassa, Braies, Sesto, San Candido e Dobbiaco. Inoltre vengono attraversate anche le frazioni di Sesto/Moso, Prato Drava, Versciaco, Valle San Silvestro e Santa Maria.

La piazza di Villabassa, partenza e arrivo della Dolomiti Superbike

Confermati i due tracciati: il percorso lungo sulla distanza di 119 km e 3.822 di dislivello o quello corto su 60 km e 1.688 m di dislivello. Dal 2006, per motivi organizzativi, la gara si corre una volta in senso orario e una volta in senso antiorario. I biker, a seconda della propria condizione fisica e traguardo personale da raggiungere, possono scegliere una delle due distanze.

L'arrivo del vincitore della Dolomiti Superbike edizione 2013

La Südtirol Dolomiti Superbike, ha raggiunto l’apice nella sua storia ventennale nel 2008, con l’organizzazione dei Campionati del Mondo UCI-Mountainbike-Marathon. In quell’occasione abbiamo assistito ad un finale drammatico fra il belga Roel Paulissen e lo svizzero Christoph Sauser (video arrivo drammatico). Solo dopo molte ore di discussione la giuria ha deciso di proclamare nuovo Campione del Mondo Paulissen.  Nel 2006 e 2007 la Dolomiti Superbike ha organizzato due tappe di Coppa del Mondo e nel 2013, solo una settimana dopo i mondiali, l’UCI World Series. L’edizione del 2004 è stata interrotta a causa del freddo, della pioggia e della neve. „La nevicata di dieci anni fa e i Mondiali del 2008, hanno reso immortale la Dolomiti Superbike“, queste le parole dell’organizzatore Kurt Ploner.

500 volontari delle più importanti associazioni dell’Alta Pusteria aiutano durante questo tradizionale evento.