Select Page

L’Alta Pusteria si è mostrata in tutto il suo splendore, ieri mattina (domenica 9 luglio 2006) alle migliaia di atleti schierati nella griglia di partenza della XII Südtirol Dolomiti Superbike. Una gara dura, durissima, quest’anno prova di Coppa del Mondo.

Sul gradino più alto del podio, dopo 119,9 km di fatica, Esther Süss ha sventolato la bandiera elvetica e Leonardo Paez quella colombiana.



Il 24enne, tra i grandi favoriti della vigilia, ha strapazzato la concorrenza, tagliando il traguardo di Villabassa in 4h52’37”. L’atleta del team Full Dynamix ed i suoi diretti avversari si sono sfidati lungo un percorso di 119,9 km per complessivi 3822 m di dislivello. Al secondo e terzo posto, a oltre 6′, gli italiani Yader Zoli (team KTM International) e Mirko Pirazzoli (team Salieri Arredo Quattro). Quarto il campione olimpico Bart Brentjens (Giant Racing Team) dall’Olanda (+7′.18″), quinto il francese Thomas Dietsch (+7′.53″).



Gara molo combattuta anche in campo femminile. Alla fine l’ha spuntata la svizzera 32enne Esther Süss (Ghost International Racing Team), con un tempo di cinque ore 47 minuti e 17 secondi. Con lei sul podio un’altra rossocrociata, Daniela Louis, del cantone Toggenburg (Team: Stöckli – Craft); terza la vincitrice dello scorso anno, la finlandese Pia Sundstead (Team Rocky Mountain Business Objects ) con un ritardo di sei minuti e 53 secondi.



L’edizione 2006 della Südtirol Dolomiti Superbike, gara valida per la coppa dl mondo, si è svolta lungo un percorso leggermente modificato (+ 10 km rispetto alle passate rassegne), che ha toccato le montagne più belle di questa porzione di Alpi. Da Villabassa alla Valle di Braies, da qui verso Prato Piazza, e poi il Lago di Dobbiaco, le Dolomiti di Sesto, le magnifiche Te Cime; e ancora Dobbiaco, San Candido. Questi gli scenari da favola che hanno accompagnato gli oltre 3000 concorrenti provenienti da 29 nazioni.



Impeccabile, come sempre, l’organizzazione. L’obiettivo dichiarato del gruppo guidato da Kurt Ploner (oltre 400 i volontari in campo) è di regalare ad ogni partecipante, dal primo all’ultimo, un fine settimana indimenticabile, all’insegna della felicità; per questo ogni dettaglio è curato nei minimi particolari, dalle fasi pre gara sino alla meritata doccia finale.

Ricordiamo che nel 2008 Villabassa/Alto Adige ospiterà i Campionati Mondiali di mountain bike.



Fotogallery fotogallery fotogallery fotogallery



More on www.dolomitisuperbike.com