Select Page

La storia del Monte Dobratsch, sulle alture di Villach, in Carinzia, è una storia di riconversione ecologica. Laddove un tempo a dominare erano gli impianti sciistici, le piste e gli sciatori, oggi la natura, e una forma di turismo ecosostenibile, hanno preso il sopravvento. Alcuni anni fa, gli amministratori locali decisero di chiudere gli impianti, trasformando l'area in un parco naturale, col fine di preservare l’ecosistema e le falde acquifere del Monte Dobratsch. Una scelta vincente, perchè oggi esso è divenuto la meta prediletta per gli amanti del trekking con le ciaspole, per scialpinisti e famiglie in cerca di natura e divertimento.

Potremmo definire il Dobratsch un "centro nevralgico degli sport invernali a impatto zero", baciato dal sole, perchè le statistiche parlano di ben 45 giornate soleggiate registrate, in media, nel periodo novembre – gennaio.

A quota 1.732 metri il parcheggio Rosstratte (N.11), raggiungibile tramite l’Alpenstrasse di Villach (in inverno accesso gratuito) e con i mezzi pubblici, è diventato il punto di partenza strategico per escursioni a piedi o con le ciaspole, noleggiabili anche in loco. Lungo un sentiero di media difficoltà, aperto a splendide vedute sulla città di Villach, si può salire fino alla cima del Monte Dobratsch che vanta un rifugio davvero particolare, il Gipfelhaus.

Di nuovissima costruzione, il rifugio Gipfelhaus non ha niente a che vedere con i classici rifugi di montagna: legno chiaro e pietra locale si fondono con acciaio e vetro, una miscela di stili per un risultato senza paragoni e assolutamente a basso impatto ambientale anche grazie ai pannelli fotovoltaici installati per fruire dell’energia solare. Dotato di 40 posti, mette a disposizione dei suoi ospiti stanze accoglienti, arredate con letti e armadi in legno e rallegrate da calde coperte rosso fuoco, il tutto in un’atmosfera riscaldata da aromi di spezie e di sottobosco. Alla modernità non è certo stata sostituita la tradizione. Qui infatti è possibile gustare saporiti tipici e golosi dolci tipici (pernottamento in camera doppia: da 36,00 € a persona, senza prima colazione). 

Rosstratte è anche il ritrovo per tutti gli appassionati di scialpinismo che possono raggiungere la vetta tra natura e scenari mozzafiato. Ideale per i principianti un itinerario che da qui si snoda per circa 430 metri di dislivello e richiede almeno un’ora di salita. I più allenati possono invece partire da Heiligengeist risalendo con le pelli di foca il vecchio tracciato delle piste da sci; è un itinerario magnifico e senza alcun rischio di valanghe, ma occorre sicuramente avere fiato e gambe ben allenate per superare i circa 1.180 metri di dislivello che separano dalla vetta.

Da non dimenticare la rinnovata Villacher Alpen Arena con i suoi trampolini di salto con gli sci da 90, 60, 30 e 15 metri, dove si allenano i più grandi atleti, e la sua nuovissima pista da sci di fondo lunga  ben 5 km, di cui 3 km da gara omologata dalla FIS e dotata di impianti di innevamento e illuminazione.

Sul Dobratsch spazio naturalmente anche ai più piccoli con divertenti piste per slittini, dove si può gareggiare a tutta velocità e in tutta sicurezza con mamma e papà.