Select Page

Il russo Maxim Tomilov e la coreana WoonSeon Shin vincono il Campionato Mondiale di Ice Climbing a Corvara / Rabenstein, mentre Angelika Rainer e HeeYong Park si guadagnano un meritato secondo posto. Ad Alexey Tomilov e Petra Klinger la medaglia di bronzo.

Da venerdì 30 gennaio a domenica 1 febbraio il russo Maxim Tomilov (del team corse Grivel) ed il coreano HeeYong Park si sono contesi il titolo di campione del mondo di ice climbing (lead). Il russo per soli 10 secondi più veloce dell’avversario, ha conquistato il suo primo titolo mondiale in carriera, strappandolo al fratello Alexey, sul terzo gradino del podio. «Sono estremamente felice per questo risultato e il minimo distacco tra me e Park sottolinea come la gara sia stata combattuta: un successo del genere vale doppio», ha dichiarato Maxim Tomilov.

Maxim Tomilov - WCh Rabenstein 01.02.2015 - foto Harald Wisthaler
Maxim Tomilov in  azione – Campionato Mondiale di Ice Climbing a Corvara / Rabenstein – foto Harald Wisthaler

In campo femminile niente ha potuto Angelika Rainer (team Grivel) contro la coreana Woon Seon Shin, che ha voluto riscattare la scarsa prova di Saas Fee, in cui non aveva raggiunto la finale. Medaglia d'argento per la meranese Angelika Rainer, già vincitrice di tre titoli iridati consecutivi «Gareggiare davanti al pubblico di casa è davvero bello e speciale, ma anche la pressione è davvero tanta – ha affermato la Rainer – Ho cercato di andare più forte che potevo, credo di aver fatto una buona prova, ma oggi Shin era davvero più forte». Al terzo posto si è piazzata la svizzera Petra Klinger, che data la giovane età si porta a casa un risultato straordinario.
L'altra altoatesina in gara, Barbara Zwerger ha ottenuto il settimo posto finale pur senza essersi preparata specificamente per i mondiali.

La coreana WoonSeon Shin in azione - Campionato Mondiale di Ice Climbing a Corvara / Rabenstein - foto Harald Wisthaler
La coreana WoonSeon Shin in azione – Campionato Mondiale di Ice Climbing a Corvara / Rabenstein – foto Harald Wisthaler

Sabato 30 gennaio si sono disputate le finali delle prove sprint valevoli per la Coppa del mondo. La Russia come al solito è stata protagonista assoluta dato che entrambi i podi sono stati interamente suoi.
Vladimir Kartashev, ha scalato i 15 metri della torre ghiacciata di Corvara in 9,61 secondi. Alle sue spalle, staccato di 0,02 secondi, Nikolay Primerov; terzo Egor Trapeznikov.
Tra le donne Maria Krasavina, ha raggiunto il top in 12,09 secondi, seguita da Ekaterina Feoktistova (13,21) e Ekaterina Koshcheeva (14,01).

A seguire le gare del Campionato del Mondo c’erano mille spettatori a dimostrazione di quanto alto sia l’interesse per le competizioni di ice climbing, che rappresenta una fetta di mercato sempre più importante per le stazioni ospitanti e per i produttori di materiali.

Le prossime tappe di Coppa del mondo. La prossima settimana, dal 5 al 7 febbraio l’Uiaa Ice climbing world cup farà tappa a Champagny en Vanoise, mentre dal 6 all’8 marzo si chiuderà il circuito di gare a Kirov, in Russia.