Select Page

Fuor di dubbio che tra le bellezze del Trentino vi siano gli specchi d’acqua. E molti. Per la precisione 297 laghi più o meno grandi che giustificano l’appellativo di “piccola Finlandia” che questa terra si è accaparrata. Di questi laghi la sola Val di Sole ne conta quasi 100. La maggior concentrazione è nel Gruppo dell’Ortles Cevedale, fra le Valli di Pejo e Rabbi. In molti casi si fanno compagnia a grappoli come ai piedi dei Monticelli e a Strìno (Tonàle), a Montózzo (Val di Pèio), come i Laghi Corvo e Sternài (Val di Rabbi).

Grazie alle guide alpine e all’Apt locali sono ora stati creati degli itinerari giornalieri – sia per gli appassionati di trekking che per gli amanti della mountain bike – che danno la possibilità di fare un vero e proprio tour lacustre. Tra “i cento” il Lago della Catena Rossa (Val de La Mare a Pejo), fra Vióz e Cevedale a quota 3.140, è il più alto del Trentino e non sempre in estate sgela. Nella stessa area il Lago delle Marmotte a 2.702 metri è il più elevato habitat trentino della trota iridea. La menzione speciale spetta però al Lago Rotondo a 2.424 metri in Val di Ràbbi (Val di Valòrz, con partenza da S.Bernardo), una sorta di unicum scientifico: il più grande lago naturale solandro (largo 400 metri, lungo 280); il più capiente con 1.405.000 metri cubi; il più profondo con i suoi 47 metri; fra i più limpidi dell’arco alpino (la trasparenza raggiunge i 14,3 metri di profondità).

fonte: www.trentino.to



Info

tel. 0463 901280

www.valdisole.net