Select Page

Cortina d’Ampezzo ha recentemente avanzato al Consiglio Fisi la richiesta di candidatura per l’edizione dei Campionati mondiali di sci alpino del 2013 o del 2015, volendo ripetere l’esperienza del lontano 1932. La richiesta di candidatura di Cortina si unisce così alle due richieste italiane di candidatura già pervenute per i Campionati mondiali di sci nordico del 2011, avanzate da Pragelato e Val di Fiemme. E adesso che il progetto è stato lanciato, occorre impegnarsi al meglio.

Ad esortare gli amministratori ampezzani e ad assicurare il suo sostegno alla candidatura per i Campionati mondiali di sci alpino del 2013, è l’assessore regionale al turismo Floriano Pra. “Ben vengano i Mondiali – esordisce l’assessore – visto che Cortina è molto preparata per organizzare manifestazioni sportive di alto livello. Questa candidatura ci fa contenti tutti, è un fatto rilevante per la promozione turistica della montagna veneta. La Regione si impegnerà da subito; chiederò alla giunta veneta di votare una nota di intenti e di impegno per sostenere l’iniziativa. In concreto, significa che si dovranno sborsare dei soldi, erogare dei fondi. Cortina e le Dolomiti devono avere questa manifestazione. Ritengo infatti che sarà ancora meglio se si riuscirà, in qualche modo, ad allargare la portata dell’evento, a coinvolgere anche il territorio circostante”.

Nelle considerazioni dell’assessore Pra anche il ricordo della candidatura veneta per le Olimpiadi del 2006, con il successivo sostegno della Fisi per la proposta di Torino, accolta dal Cio. “Questa volta non possiamo fare come allora: purtroppo si partì tardi, anche se si spesero quasi tre miliardi per sostenere quel progetto. Poi, all’improvviso, venne fuori l’idea di Torino, sostenuta dalla Fiat, da Agnelli e, di conseguenza, dalla Fisi, dal Coni, da altri organismi. Questa volta potremo contare sull’apporto di figure come Gaetano Coppi e Gianni Petrucci”.