Select Page

Villabassa (Bolzano), 30 giugno

A solo una settimana dal grande evento altoatesino Kurt Ploner contesta fortemente la federazione ciclistica italiana FCI. Infatti la federazione per il 6 luglio ha ammesso in calendario una seconda gara di MTB molto seguita, la “Pedaleda” di Livigno. “Non è possibile”, dice Ploner, “che la federazione fissi due gare così importanti per lo stesso giorno, opponendole”. Ora MarzioDeho, arrivato secondo lo scorso anno e vincitore di ben 13 gare in questa stagione, parteciperà alla gara di Livigno. La Dolomiti Superbike è una gara E2, ed è l’unica gara italiana a comparire sul calendario del sito di ciclismo più importante del mondo (cyclingnews) il 6 luglio. “Paghiamo tasse molto alte alla federazione, e in cambio ci mettono un’altra gara proprio lo stesso giorno”. È già il nono anno che la Dolomiti Superbike si disputa nella prima domenica di luglio. Ploner prende in considerazione perfino di uscire dalla federazione e di organizzare la prossima Dolomiti Superbike sotto il patrocinio di una delle federazioni rivali, l’UDACE o la UISP. Anche altre gare, come la Cortina – Dobbiaco sono uscite dalla FCI. Sicuramente Ploner cercherá il colloquio con i dirigenti FCI per valutare soluzioni diverse.





Ufficio stampa

G.Mussner