Select Page

L’altoatesino Markus Eder ha letteralmente incantato i giudici dello Swatch Freeride Word Tour by The North Face, vincendo la tappa di Courmayeur con una linea innovativa e salti impressionanti. Alle sue spalle, lo svizzero Jérémie Heitz, che con questo secondo posto conquista la vetta della classifica generale. Terzo lo svedese Reine Barkered, vincitore l’anno scorso del circuito internazionale.

Nello snowboard la vittoria va al francese Aurelien Routens, che lascia dietro tutti i favoriti della vigilia. A condividere con lui il podio l’americano John Rodosky e lo svizzero Emilien Badoux.  

Markus Eder è l’unico rider italiano in gara nello Swatch Freeride Word Tour by The North Face, la più grande vetrina mondiale del freeride; ha superato tutti e 33 gli avversari, compresi i grandi favoriti (del calibro di Aurelien come Ducroz e Barkered), conquistando un posto nella storia di questa specialità.

Un grave infortunio, l’anno scorso, l’aveva bloccato per sette mesi, ma le estenuanti sedute di riabilitazione in palestra hanno fatto miracoli. E così, dopo la deludente prova di Revelstoke, prima tappa del circuito, ecco il trionfo, praticamente in casa. Scendendo dalla Tête d’Arp, a Courmayeur, nell’unica tappa italiana del circuito, ha inanellato una serie impressionante di salti: ha cominciato con un 360°, per passare al salto dritto, quindi backflip e switch. La sua abilità come freestyler, oltre che come freerider, lo ha portato a scegliere un percorso incentrato sulla spettacolarità. La sua prova giocosa, divertente e fantasiosa ha convinto i giudici, che gli hanno assegnato 89,67 punti.

I risultati finali:

Ski:
1. Eder Markus ITA
2. Heitz Jérémie SUI
3. Barkered Reine SWE

Snowboard:
1. Routens Aurélien FRA
2. Rodosky John USA
3. Badoux Emilien SUI

foto: La felicità di Markus Eder dopo la gara, credit Giuseppe di Mauro