Select Page

Il grande “circo” del fondo approda in Val di Fiemme per il quinto anno consecutivo, con le ultime due tappe del Tour de Ski, l’originale circuito di gare ideato da Vegard Ulvang e Juerg Capol e ormai divenuto un classico di questo sport.

Leader lo svizzero Dario Cologna, chiamato in questa penultima gara a difendere il vantaggio di oltre un minuto che vanta sul secondo, lo svedese Marcus Hellner. Cologna a parte, la prima fila dell’ordine di partenza è interamente racchiusa in 45 secondi, e anche dalla seconda fila possiamo aspettarci degli sconvolgimenti alla classifica generale. Sicuramente decisivi risulteranno gli abbuoni previsti al passaggio di ognuno dei 6 giri (arrivo incluso) e fissati in 15, 10 e 5 secondi. Una formula ciclistica in stile traguardo volante, come d’altronde tutto il resto di una manifestazione la cui formula a tempi ricorda da vicino i grandi giri come il Tour de France. E i tempi finali saranno vitali, perché l’atto conclusivo – la Final Climb di 9 km prevista per domani – si correrà con la formula dell’inseguimento, in modo tale che le posizioni all’arrivo riflettano quelle della classifica conclusiva. A difendere i colori italiani il finanziere Roland Clara, 11° a due minuti, e i più staccati Giorgio di Centa, Thomas Moriggl e Valerio Checchi.

Grande commozione prima della partenza per il minuto di silenzio in memoria di Simona Senoner, la 17enne promessa del salto con gli sci venuta improvvisamente a mancare ieri. Poi lo sparo, e i 44 partenti scattano verso la salita che inaugura il primo dei sei giri del percorso. Ma se il secondo in classifica Marcus Hellner appare subito in pessima giornata (arriverà solo 18° a 1’53) è il norvegese Petter Northug a dare spettacolo. Fin dalla prima volata, vinta proprio sul leader Dario Cologna, Northug dimostra la sua voglia di dare filo da torcere all’avversario, per poi imporsi ripetutamente ad ogni giro, rosicchiando ogni volta 5 secondi.

Si arriva così all’ultimo giro e il gruppo si avvicina compatto alla dirittura finale, con un Petter Northug imbattibile che ancora una volta riesce ad avere la meglio sul rivale Dario Cologna, rifilandogli anche un ulteriore piccolo margine di 1”8 secondi. Terzo l’ottimo canadese Devon Kershaw, davanti a Martin Jaks, Alex Harvey e a un Roland Clara in grande spolvero.

Grazie alla coraggiosa gara di oggi, Northug recupera così 31”8 secondi in classifica al leader e domani partirà nella prova finale ad inseguimento con 1’8” di distacco. Impresa quasi proibitiva, come ha dichiarato lui stesso.

Appuntamento a domani, domenica 9 gennaio 2011, per la Final Climb di 9 km che concluderà il Tour de Ski, assegnando i ricchi premi previsti per i primi tre classificati (rispettivamente 100.000, 67.000 e 33.000 euro). Lo spettacolo è garantito.
 
La parola ai protagonisti:

 
Petter Northug (NOR), 1° classificato: Sono soddisfatto del risultato di oggi, soprattutto per aver centrato tutti i bonus. È possibile che domani non riesca a salire sul podio e Cologna resti il favorito, ma io penserò a fare la mia gara senza preoccuparmi degli altri.
 
Dario Cologna (SUI), 2° classificato: Oggi il mio obiettivo era controllare e centrare i bonus a ogni traguardo, cosa che mi è riuscita. Cercherò di fare del mio meglio anche domani e spero di poter festeggiare sul Cermis insieme a tutto il mio fan club, che mi ha seguito sin qui e che ringrazio per il tifo caloroso.
 
Classifica Mass Start 20km Men
1) Northug Petter (NOR) 57.17.2; 2) Cologna Dario (SUI) +1.8; 3) Kershaw Devon (CAN) +2.2; 4) Jaks Martin (CZE) +2.6; 5) Harvey Alex (CAN) +2.9; 6) Clara Roland (ITA) +3.7; 7) Filbrich Jens (GER) +3.9; 8) Perl Curdin (SUI) +4.5; 9) Soedergren Anders (SWE) +4.7; 10) Rickardsson Daniel (SWE) +5.1