Select Page

Saas Fee, “Perla delle Alpi”, è situata ai piedi di tredici “Quattromila” su un altopiano al culmine della  Valle di Saas, a 1.800 m. s.l.m. e a circa 70 km dal confine italiano, nello svizzero Cantone Vallese.

Considerata una delle più antiche colonie Walser della Svizzera, fu fondata dai coloni provenienti da Saas Grund, nella metà del Duecento, da allora fino al XIV secolo nella valle ci fu un solo Comune, Saas, che solo più tardi fu suddiviso in tre villaggi: Saas-Grund, al centro della valle e punto di partenza ideale per i sentieri escursionistici d’altura, Saas-Almagell e la sua diga naturale di Mattmark, Saas-Balen con al centro del villaggio una chiesa tardo-barocca a pianta circolare di grande pregio.

Caposcuola  dello spirito green, Saas Fee, 1.759 abitanti, fin dal 1951 ha obbligato i suoi frequentatori a fermare le auto fuori dal paese e a circolare solo con mezzi elettrici, privilegiando così lo sviluppo di un’atmosfera rilassata e ambientalista rispetto ad un turismo di massa.

Veduta del Dorf di Saas Fee

Accanto ai circa 300 km di percorsi per escursioni e a numerosi itinerari a tema, il villaggio vallesano offre ai suoi numerosi ospiti percorsi particolari tra spettacolari paesaggi, come l’attraversamento della Gorge Alpin, una gola sul torrente tra Saas-Fee e Saas-Grund, lungo ripide falesie naturalmente accompagnati da una guida alpina, o piacevoli escursioni in quota dove si trovano accoglienti ristoranti panoramici e dove, come allo Spielboden, è assolutamente normale incontrare intere famiglie di marmotte. Anche la via in alta quota che dall’impianto del Felskinn, porta al rifugio Britannia lungo una strada a 3000 metri per lo più pianeggiante è molto indicata per i meno esperti. C’è poi un Parco Avventura con percorsi di vari livelli di difficoltà, dove il divertimento è passare da un albero all’altro con le liane o su ponti sospesi, di fronte allo stupendo scenario del ghiacciaio. Altra attrazione estiva e invernale è Feeblitz, la pista per slitte-bob lunga 900 metri e con 55 gradi di pendenza, dotata di un ripido lift che conduce verso uno degli ottovolanti più in quota delle Alpi. Un impianto per il tempo libero, che si integra magnificamente nel paesaggio e offre divertimento e adrenalina pura a tutta la famiglia, utilizzabile anche di notte, visto che il percorso è completamente illuminato. Anche per gli amanti delle due ruote la valle di Saas ha un’offerta interessante, una rete di itinerari per mountain bike di 70 km e un percorso per monopattino lungo 3,5 km.

Una vera curiosità di Saas Fee è la possibilità di gestire un hotel: sì. avete letto bene, gestire un hotel! Chi desiderasse cimentarsi in questo tipo di esperienza, può farlo al Panoramahotel Alphubel insieme ad amici o da solo, naturalmente affiancato da una coppia di albergatori professionisti che sarà sempre a disposizione per qualsiasi evenienza, o per evitare la catastrofe totale … nel caso in cui il Sig. Müller volesse una camera diversa o la Sig.ra Meier trovasse un capello nella zuppa e il piccolo Fritz si chiudesse nel bagno!

Sciare a Saas fee

Gli amanti della neve invece, nella cittadina vallesana hanno a disposizione oltre 150 km di piste di diverse difficoltà, servite da 22 impianti di risalita, che permettono di arrivare in alta quota da dove è possibile ammirare alcuni degli scenari alpini più suggestivi delle Alpi. Con la funivia Alpin Express, da 1800 metri, si arriva a 2500 metri dove ci si congiunge con il Metro Alpin, la funicolare sotterranea più alta del mondo, che permette di raggiungere la stazione di Mittelallalin, a quota 3.456 metri. Un luogo magico non solo per gli sciatori, infatti, oltre alle piste che permettono di sciare tra cime maestose, qui si trova l’Eis Pavillon, una delle grotte di ghiaccio più grandi del mondo, scavata all’interno del Ghiacciaio di Fee, dove si snodano una serie di tunnel che permettono di camminare tra pareti fredde e trasparenti alla scoperta di un mondo estremo.

Fuori dalla stazione, si trova anche il ThreeSixty, il ristorante girevole più alto del mondo, con 21 tavoli disposti a raggio e pareti di vetro da cui godersi, comodamente seduti, una vista a 360 gradi su tutto l’arco alpino e sul ghiacciaio della Valle di Saas. La rotazione completa dura un’ora circa e, nelle giornate più terse, si riesce a vedere oltre il confine italiano. Nel comprensorio, si trovano, inoltre, una pista di sci di fondo lunga 8 km e diverse piste per slittino, come quella lunga 11 km che, da Kreuzboden, giunge a Saas-Grund.

Estate alpina a Saas Fee

A fine giornata, con la chiusura degli impianti, Saas-Fee si prepara ad accogliere i suoi ospiti per l’apres-ski nei tanti locali presenti in paese, dove gustare uno spuntino a base di specialità vallesane, un bicchiere di birra e un po’ di musica. Oppure si può approfittare per una passeggiata rilassante tra le vie del paese senza auto, per un po’ di shopping tra eleganti negozi o alla scoperta del suo volto storico e le tante curiosità lungo la via principale, la Untere Dorfstrasse o nelle strade limitrofe, dove fanno bella mostra di sé le tipiche abitazioni in legno con i caratteristici tetti in pietra.

Alla storia più recente, invece, risalgono alcuni degli alberghi che hanno segnato la storia del turismo invernale, nato in Svizzera 150 anni fa. Tra le diverse strutture, l’hotel 5 stelle FerienArt che, dal oltre un secolo, è al centro dell’ospitalità di Saas-Fee. Dalla sua apertura, nel lontano 1883, infatti, è stato oggetto di ampliamenti e ristrutturazioni, diventando un resort & Spa elegante e raffinato, pur mantenendo la struttura originaria tipica in legno. Altra struttura caratterizzante di questa splendida località alpina è l’Aqua Allalin, per accedere alla quale ci si serve della cassa ubicata presso il wellness Hostel 4000. Si tratta di un ampio spazio di 1900 metri quadrati, in grado di accogliere famiglie, sportivi e appassionati, desiderosi di rilassarsi. Luogo ideale per apprezzare i vari elementi acquatici con tutti i sensi. I visitatori vi troveranno una vasta gamma di offerte: bagno turco, sauna finlandese e sauna bio-soft, idromassaggio, superficie calda (pietra ombelico), docce emozionali, oltre ad un panoramico cortile all’aperto con vista sulle montagne e sull’imponente gola di Fee. Una zona relax con palestra e sale per massaggi e fisioterapia, oltre ad una piscina coperta con scivolo d’acqua e un’area per bambini separata con piscina, completano la ricca offerta della Perla delle Alpi, che, forte della sua storia e delle bellezze naturalistiche da cui è circondata, si conferma un vero paradiso per gli amanti dello sci e per tutti gli appassionati di montagna.

_________________________________________________________________________________________________________________

 

Per la donna. Il lussuoso cachemere si accoppia al tecnologico tessuto scuba: i cappotti dalle linee essenziali sono un must per l’inverno.

 

 

 

 

 

 

Per l’uomo. Design minimali ed elogio al fatto a mano per il cappotto e il bomber realizzati nei double in lana, caratterizzati da un interno a motivo check.

 

 

 

 

 


Le tappe precedenti del viaggio di Herno sulle Alpi: