Select Page

Anche quest’anno l’appuntamento più importante con l’artigianato alpino e Walser è a Macugnaga dal 1 al 3 luglio. Organizzata dal Comitato della Comunità Walser, con il patrocinio della Regione Piemonte, si svolgerà infatti  la “Fiera di San Bernardo”, la più importante delle mostre mercato di artigianato Walser delle Alpi, giunta quest’anno alla XXV edizione.

La maggior parte degli oggetti esposti sono di produzione strettamente artigianale, frutto di tecniche di lavorazione tramandate di generazione in generazione, di amore per le tradizioni e di grande fantasia: sculture in legno e pietra, ceramiche, ricami, tessuti, cesti intrecciati, attrezzi da lavoro, riproduzioni, fiori freschi ed essiccati. Saranno oltre cinquanta gli espositori provenienti dalla Valle D’Aosta, dal Piemonte, dalla Lombardia.

In Piazza Municipio, 14 scultori gareggiano per la XI edizione dell’ Estemporanea di scultura su legno di tiglio. Sarà interessante seguire, durante i tre giorni, la nascita e il completamento delle sculture in legno realizzate con tecniche e ispirazioni diverse. Il tema di quest’anno è la Fauna del Monte Rosa.

La Fiera sarà aperta al pubblico, con ingresso libero, dalle 10 alle 22 di sabato e dalle 9 alle 18 di domenica. Nel pomeriggio di sabato dopo l’inaugurazione ufficiale della fiera (alla presenza delle autorità), si terrà al centro Kongresshaus il Convegno intitolato “La fauna”. Nella serata alla Kongresshaus verrà conferita l’Insegna simbolo della fiera di San Bernardo all’alpinista austriaco Kurt Diemberger “il cineasta degli 8000”, la spiga d’oro al giovane  macugnaghese Andrea Costa Pisani e un riconoscimento particolare a Hubert Bumann di Saas Fee in segno dell’amicizia walser.

Durante i giorni di fiera l’atmosfera sarà rallegrata dalla musica della Bandella Vigezzina, dai suoni dei corni delle alpi degli Amici ticinesi e dalla banda di Bannio Anzino.

Alle ore 12 di domenica presso il forno walser del Dorf verrà cotto il pane nero di segale, come avveniva un tempo quando le famiglie macugnaghesi lo cuocevano una volta all’anno. Domenica pomeriggio, in piazza a Staffa, premiazioni delle bancarelle e del Concorso estemporaneo di scultura. La consegna del pane dell’amicizia ai gruppi Walser, concluderà la manifestazione.