Select Page

Gioachino Gobbi aveva accettato la Presidenza della Courmayeur Mont Blanc Funivie due anni fa: per il vulcanico patron della Grivel una nuova sfida, dopo che la proprietà della Società di impianti a fune era passata dalla Compagnie des Alpes alla Regione Autonoma Valle d’Aosta, attraverso la Finaosta spa, nella misura del 90%.
Ecco adesso il rendiconto dei primi due anni di attività, cosa è stato fatto e cosa rimane da fare.

Sono stati portati a termine lavori di ristrutturazione degli impianti con modifiche alle piste e lo spostamento di alcune stazioni di arrivo degli impianti per unire i comprensori di Chécrouit e Val Veny. Contribuiscono al progetto di rinnovamento degli impianti due sponsor:  Giorgio Armani e Jeep, i cui logo saranno sulle nuove cabine delle funivie.

Il comprensorio si arricchirà di uno snow park alla partenza della seggiovia Aretu con salti e rails. Inoltre, pensata soprattutto per i giovani, ci sarà la copertura wi-fi su tutto il comprensorio, gratis per tutti. Dalla prossima stagione la funivia per lo Checrouit sarà aperta fino a sera tardi: un modo per prolungare l’orario di apertura anche dei locali sulle piste.

L’ultima idea è culinaria, il progetto  “Panino Courmayeur”
con ingredienti rigorosamente locali, pane cotto nel forno a legna, Jambon des Bosses e Fontina (entrambi prodotti DOP della Valle d’Aosta), in una confezione marchiata Courmayeur Mont-Blanc Funivie, da vendere a prezzo fisso in tutti i locali di Courmayeur.