Select Page

Il nome “Sestriere” deriva da “Petra Sextreria”, sesta pietra, che serve da punto trigonometrico di riferimento nella misurazione della distanza, in miglia da Torino, la città più vicina. Torino è anche la città dove, nel 1896/1897 l’ingegnere svizzero Adolfo Kind si è trasferito per lavoro e, grazie a lui e ai suoi amici, sono comparsi per la prima volta quei “pattini da neve” che prendono poi il nome di sci. Nemmeno quarant’anni dopo Sestriere, che pare creata apposta dalla natura per dare notorietà al nuovo sport, è una realtà unica al mondo nel campo dello sci e del turismo.

Pioniere dello sviluppo turistico è stato Paolo Vicenzo Possetto nativo del luogo, figlio di cantonieri stradali e unica famiglia a dimorare a Sestriere prima del 1930. Possetto, già nel 1914 avvia la costruzione del “Baraccone”, un alberghetto di 20 camere con ristorante, che completa dopo la Prima Guerra Mondiale, nel 1921. Dal 1930 la Società Incremento del Sestriere, i cui protagonisti sono il senatore Giovanni Agnelli e il figlio avvocato Edoardo, da l’impulso decisivo a tutto il complesso attuale. Nascono così, le 4 funivie che portavano all’Alpette, al Sises, alla Banchetta e al Fraiteve; si costruiscono le celebri torri, il lussuoso Duchi d’Aosta, le sontuose suites dei Principi di Piemonte, ma anche alberghi di varie categorie. Sestriere in poco tempo diventa una grande stazione invernale che attira per la modernità e la classe delle sue strutture una clientela internazionale di alto livello. Inoltre, per la sua vicinanza a Torino e la facilità di comunicazioni, fa accorrere anche i ceti medio e popolare; al Colle la borghesia emergente sale in Balilla, mentre in camion e pullman arrivano i grandi gruppi di appassionati dopolavoristi, precursori degli attuali sci club.

sciare a sestriere

Ma il Comune di Sestriere, che sorge a 2035 metri d’altezza, ha origini molto recenti, è sorto infatti per regio decreto il 18 ottobre 1934 su terreni della frazione Sauze di Cesana, separata dal Comune di Cesana, dell’ex comune di Champlas du Col, che diventa frazione, e della frazione Borgata, separata dal comune di Pragelato.

La seconda guerra mondiale paralizza per ben cinque anni la vita turistica, e non solo e causa danni non indifferenti agli impianti che vengono poi ripristinati e modernizzati negli anni successivi. Quando, nel dopoguerra, gradatamente la vita riprende, continua anche la tradizione delle grandi gare: mitica è l’edizione del Kandahar nel 1951 quando Zeno Colò trionfa nella discesa libera sui pendii del Rio Nero; dopo di lui: Moltere, Duivillard, Schranz, Killy, il battesimo della Coppa del Mondo. Tutto il Gotha dello sci mondiale è passato dal Colle, il resto è storia dello sci moderno.

Sestriere, piste da sci olimpiche

Sestriere oggi è una meta internazionale rinomata ed un sicuro punto di riferimento, grazie anche all’immagine che ha saputo conquistarsi negli anni in cui ha ospitato con successo grandi eventi sportivi. Dalla Coppa del Mondo di Sci, ai Mondiali di Sci del 1997, fino alle Olimpiadi e Paralimpiadi Invernali di Torino 2006. Centro del grande comprensorio della Via Lattea, offre agli sciatori la possibilità di collegamento con altre cinque stazioni per un totale di 400 km di piste, 120 delle quali innevate artificialmente da cannoni e 89 impianti di risalita, oltre alla possibilità di sciare in notturna alla luce dei riflettori. Per la gioia dei fondisti appassionati, in località Monterotta ci sono anche 10 km di piste di sci di fondo e, di fronte agli impianti sciistici, le piste di pattinaggio su ghiaccio all’aperto. Per i fuoripista, l’heliski rappresenta una grande opportunità, mentre per i bambini gli spazi ludici sulla neve sono l’ideale per giocare e divertirsi con o senza sci. Completano il quadro invernale le escursioni in motoslitta, ciaspole/racchette per camminare sulla neve, o farsi trainare sulla slitta trasportata dai cani e la pista di pattinaggio su ghiaccio.

Tariffe Skipass Sestriere

Offerte e pacchetti vacanza inverno 2018-2019

Durante tutto l‘arco dell’anno sono disponibili centri benessere, palazzetto dello sport, golf indoor, cinema, discoteca e tanti locali, olter a sentieri, bike park, …. per vivere intensamente la montagna.

campo golf sestriere

La stagione estiva invece, è fatta di boschi, prati, ruscelli, torrenti, flora e fauna alpina, alpeggi in quota, animali selvaggi, picchi e vette disegnati dal vento e dal tempo, oltre a tre parchi naturali sui diversi versanti del Colle di Sestriere. Non solo sci quindi, ma anche tanti altri sport e altre passioni. La mountain bike è vivibile in tutte le sue espressioni con piste che fanno parte del circuito Alpi Bike Resort, o l’estrema Downhill Mtb, un percorso che scende in picchiata dai 2.700 metri del Monte Fraiteve sino ai 2.035 metri di Sestriere. Ma anche escursioni alpinistiche, a cavallo, passeggiate nel verde, prestigiosi tornei di golf su un campo a 18 buche in uno dei green più alti d’Europa, sono soltanto una parte delle attività che vanno ad aggiungersi ad eventi e manifestazioni tradizionali ospitati sul territorio. Un’esclusiva piscina coperta, con collegamento a vasca outdoor e tre corsie da 25 metri, consente di allenarsi e nuotare sia in estate che in inverno. Sestriere, grazie alla sua altitudine, è sede ideale per l’allenamento in quota per diverse discipline sportive, calcio, nuoto in prima fila! Dopo il ritiro premondiale della Nazionale Italiana di Calcio, al Colle di Sestriere, sono disponibili due campi regolamentari uno in sintetico ed uno in erba naturale. Diversi i campi di calcio organizzati da club prestigiosi come Sampdoria e Juventus ed è anche meta di ritiri di squadre che militano in campionati professionistici e dilettanti.

Completano l’offerta, per trascorrere un piacevole soggiorno a Sestriere, sia in estate che in inverno, un’ospitalità e una tradizione enogastronomica consolidata, con locali esclusivi e boutique per lo shopping. I sapori di queste montagne, semplici o raffinati, forti o delicati, sono parte integrante di un soggiorno. Infatti la tradizione gastronomica locale si abbina perfettamente con selezionate carte dei migliori vini d’Italia. Dai più popolari alle etichette più rinomate per accompagnare piatti prelibati.

La sera, poi, il Colle si scatena con la sua la movida notturna: si comincia con un aperitivo o una cioccolata calda nel pomeriggio, e si prosegue con una cena in un locale tipico, in baita o rifugio, oppure con un drink in un disco pub prima di vivere la notte in discoteca!

Chi invece predilige un profilo più tranquillo, sono a disposizione escursioni notturne con guide e visite ad antiche fortificazioni, o un ricco programma di esplorazioni culturali a musei, antiche residenze sabaude, parchi naturalistici, gallerie d’arte, tutto nel raggio di pochi chilometri.

Tra i grandi eventi estivi, degni di nota sono gli sport dei motori, che sono stati i “pionieri”, con manifestazioni esclusive come la mitica Cesana-Sestriere, cronoscalata per auto storiche, ed il Sestriere Storico, gara di regolarità per vetture d’epoca e la più recente Montecarlo-Sestriere. Il ciclismo è senza dubbio uno dei primi sport a trovare nelle valli e nelle montagne della Valle di Susa e della Val Chisone strade impegnative per costruire tappe memorabili del Giro d’Italia e del Tour de France e di innumerevoli competizioni internazionali ed amatoriali. Per la mountain bike, il Tour dell’Assietta, l’Iron Bike e la Coppa Italia di Down Hill sono certamente tra gli appuntamenti clou della stagione.


Le tappe precedenti del viaggio di Herno sulle Alpi: